Conferme: Dr. Greer – Bombe su Ison – È Nave-Madre

Sebirblu, 12 dicembre 2013
Cortesi Lettori,
ad avvalorare quanto dichiarato da Tolec sulla Cometa Ison-Xanterexx (QUI,QUI e QUI), compreso l’annuncio del suo bombardamento, esistono altri riscontri di varia natura, come quello proveniente dal congresso sul “Disclosure” del maggio di quest’anno con l’autorevole voce del Dr. Steven Greer.
Egli ha dichiarato, infatti, che un’enorme astronave-madre di 26 miglia di diametro è parcheggiata sull’anello esterno del nostro sistema solare, mentre altre “piccole” navi intergalattiche ed una più grande da ricognizione sono posizionate all’interno del nostro complesso planetario.
Tutte le imbarcazioni spaziali di minori dimensioni che solcano i nostri cieli provengono da queste navi-supporto che stanno preparando il Primo Contatto massivo con la Terra.
Viene anche confermata una predizione tramite visione remota del 27 ottobre, su quanto accaduto, verificatasi mentre ZSL (titolare del sito “educate-yourself.org”) stava meditando sui fatti esposti da “spaceweather.com”
Egli ha visto due bombe nucleari da 50 megatoni sganciate e fatte esplodere in direzione della Cometa Ison. Lo scopo sarebbe stato quello di stimolare la creazione di enormi eiezioni di massa coronale dall’altro lato del Sole che avrebbero raggiunto la Terra.
Ciò avrebbe causato interruzioni elettromagnetiche e un evento senza precedenti, possibilmente il colpo decisivo per i sistemi di comunicazione elettronica come i computer, un’inaspettata “crisi”, uno scenario ideale desiderato dai nostri traditori “Illuminati”.
Sì, perché in questo modo avrebbero dato il via alla fase successiva dei loro piani di acquisizione del Nuovo Ordine Mondiale. Invece il programma non ha avuto l’esito che essi si sarebbero atteso facendo svanire la loro speranza.
Questa è la visione descritta da ZSL che, probabilmente non essendo a conoscenza dell’ipotesi “Ison=Xanterexx e della sua capacità mimetica o di occultamento, espone quello che ha visto non considerando altre ipotesi.
In questo modo mette in evidenza però gli intendimenti diabolici della Cabala chegià altre volte ha preso di mira le comete come risulta anche da noi, in Italia, dal prestigioso Osservatorio Remanzacco di Udine, QUI.
Di seguito il suo racconto.
“Due bombe da 50 megatoni sono state proiettate sulla Cometa ISON mentre si trovava fuori dall’orbita di Giove penetrando per parecchie centinaia di metri sui lati opposti del nucleo.
L’ordigno numero uno è stato fatto esplodere il giorno precedente il raggiungimento del perielio, un’ora prima del 28 novembre 2013. In quel momento la sua luminosità si è affievolita di dieci volte.
Il corpo cometario si è disintegrato di circa il 35% e il resto ha ruotato su sé stesso come una centrifuga lenta. La maggior parte del materiale rilasciato è andato sulla coda. Questa è rimasta bloccata nella parte esterna del Sole per i quattro giorni successivi.
Poi si è diffusa dolcemente, ma in prevalenza si è potuto osservare come una scia di vapore trattenuta dalla corona.
Allorché ISON vi si è immersa più in profondità, la sua coda è scomparsa perché si trovava all’esterno del calore intenso coronarico e della fotosfera circostante.
Le temperature sono inferiori tra la corona e la superficie solare. Il paradosso del plasma coronarico in milioni di gradi F. e la superficie del Sole, che invece ne segna 8000, è conosciuto approssimativamente da un secolo. ISON ne ha mostrato ancora una volta la veridicità.
Per quasi dodici ore è rimasta invisibile alle camere SDO, costituita solo da una minuscola macchiolina di mezzo miglio di diametro completamente senza aureola né coda. Non emetteva abbastanza gas per essere vista.
Durante il transito sotto la corona, la seconda bomba è stata fatta detonare. Un altro 60% della massa originaria è schizzata via rapidamente lasciando l’ultimo 5% della coda spiraliforme quando si è resa visibile.
Ora ISON è una cometa quasi senza testa. Si tratta di un campo diffuso di detriti che finirà in orbita attraverso il nostro sistema solare. La pioggia di meteore in arrivo sarà luminosa.
L’intento di coloro che hanno lanciato le due bombe sarebbe stato quello di provocare un disastro come sopraddetto. Non ci sono riusciti.
Il Sole ha anticipato questo assalto e contrastato le energie internamente. Ci sono state alcune eruzioni ma lontane dalla Terra.
Sembra pure che ci sia stato qualche altro tipo di intervento umano, tramite impulso elettromagnetico artificiale, simultaneamente alla deflagrazione delle bombe.
La rete elettrica è ancora attiva e il computer sembra funzionare regolarmente.”
ZSL, l’autore di questa esposizione, è dotato a mio avviso di una grande sensibilità e le seguenti parole, che riporto da un altro suo interessante articolo, lo dimostrano:
“Fare esplodere comete è una cosa pericolosa. “Possono tornare a mordere“. Se i coordinatori del programma spaziale segreto stavano semplicemente testando un sistema d’arma di nuova concezione, allora hanno scelto l’area di prova sbagliata.
Ora hanno distrutto due comete in sei anni. Ce ne possono essere altre. Si tratta di Esseri viventi. Sono antiche e sagge. I loro corpi di plasma si estendono a centinaia di migliaia di chilometri dal loro seme-nucleo.
Il Sole ha espulso molti brillamenti dal 21 ottobre 2013. Gli Angeli solari piangono in angoscia. Le comete sono le figlie del Sole e il Sole protegge i suoi figli… e con questi la vita sulla Terra.”
Zuerrnnovahh – Starr Livingstone

 

Ora proseguo nel presentarvi un messaggio proveniente dal Giappone che conferma ancora una volta l’identificazione della Cometa Ison con un’astronave-madre.
Saeko Morishiro, 7 dicembre 2013
A volte le persone si trovano in serie difficoltà quando ipotizzano risultati negativi in base a varie informazioni. La confusione aumenta quando l’intensità della Luce diventa più forte.
Questo fatto si verifica in tutti i sistemi sociali, dai micro ai macro contemporaneamente. Tuttavia, gli eventi oscuri e le scorie non possono essere più mantenuti segreti.
Al momento, siccome esistono delle discordanze informative riguardo ad ISON e al Sole, il seguente messaggio del Creatore viene trasmesso ai fini di un chiarimento della situazione.
“ISON non è una cometa, ma un’astronave-madre.
Questa nave intergalattica è variabile per forma, colore e visibilità secondo il volere degli operatori. Essi possono spostarne la posizione e la modalità di visione all’istante.
Pertanto, può essere nascosta all’occorrenza e, a volontà, resa visibile in seguito.
La tecnologia ad essa applicata supera di gran lunga quella degli studiosi e degli ingegneri terrestri più progrediti.
Secondo diversi scienziati del vostro Pianeta, ISON avrebbe perso la sua massa a causa del tremendo calore emesso dal Sole.
Ma l’astro non è una sfera emanante magma o fiamme. È un Ente energetico altamente evoluto e amorevole, non un soggetto che brucia elementi ad alta temperatura. Si può dire che è uno degli aspetti dell’Amore di Dio.
Il Sole è una travolgente energia in sé stesso. (Per maggiori approfondimenti consiglio di leggere QUI; ndt)
È assolutamente impossibile che un qualsiasi oggetto bruci avvicinandosi alla vostra Stella, a motivo dell’Amore immenso che effonde e quindi non può danneggiare nessuno.
Il Sole è la Fenice materializzata, un simbolo di resurrezione, un’energia impetuosa così come viene raccontato nelle mitologie.”
Conferme: Dr. Greer – Bombe su Ison – È Nave-Madreultima modifica: 2013-12-13T17:20:25+00:00da subbuteo63
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Conferme: Dr. Greer – Bombe su Ison – È Nave-Madre

Lascia un commento