A T L A N T I D E : LA VERA LEGGENDA DELLA CADUTA (1a Parte)

A T L A N T I D E : LA VERA LEGGENDA DELLA CADUTA (1a Parte)


Atlantide esistette per oltre 200.000. Gran parte dei tempi atlantidei furono epoche di luce! Soltanto la fase finale, il periodo che va dal 17.500 a.C. a 10.500 a.C. fu, secondo i vostri termini, un’era oscura ma ricca di lezioni.

IL PERIODO D’ORO

Infatti, vi diciamo che il Periodo d’Oro di Atlantide ebbe il più alto livello di Coscienza di Luce mai raggiunto sul Piano Terreno in nessuna civiltà avanzata, superiore a Lemuria, superiore a Mu, superiore a Rama, superiore a Ignacious. E’ diventato in qualche modo di moda considerare Lemuria come la civiltà utopistica ed anche se essi hanno in effetti raggiunto una fase relativamente breve di coscienza elevata, la maggioranza in quell’era non era veramente nei corpi fisici, ma piuttosto nei livelli eterici simili ai deva e non affrontarono le difficoltà richieste nello stadio fisico terreno.
In realtà Lemuria non hai mai raggiunto il livello altamente avanzato che esisteva in quella Fase d’Oro di Atlantide, dal 40.000 a.C al 18.000 a.C, Un periodo in cui gli Dei camminavano con gli uomini e tutti conoscevano espressioni gioiose. Era il tempo sacro in cui molti di voi camminavano come Bambini Stellari, e più tardi scelsero la biologia ed i cicli di lezioni della reincarnazione sul Pianeta Azzurro chiamato Terra. Così, quando considerate Atlantide, NON ricordate soltanto la sua triste fine! E’ stata soltanto una breve fase del magnifico mondo antidiluviano, tuttavia non deve essere dimenticata, c’è così tanto da guadagnare dalla comprensione della fase finale, e, Carissimi, è tempo di ricordare.

L’OLOGRAMMA ATLANTIDEO

Così parliamo di quella che una volta era la potente Atlantide e parliamo a tutti voi, perché Atlantide è una grande lezione ologrammica, il cui tempo è ritornato, perché il ricordo di Atlantide non è solo una guarigione. In effetti, per alcuni è una guarigione necessaria, una purificazione necessaria, ma per altri è anche una benevola responsabilizzazione. Questo ricorda un tempo quando camminavate nella conoscenza. Indipendentemente dai vostri molteplici ruoli in Atlantide, e Carissimi, il 70% di tutte le persone sul pianeta in questo periodo ha sperimentato la fisicità là. Atlantide adesso vi chiama.
E la chiamata non è soltanto per quelli della Legge dell’Uno, è equamente rivolta agli Ariani, ai Figli di Belial. In effetti molti di voi hanno sperimentato vite in entrambe le ideologie. Questo vi sorprende?

IL DILUVIO del 17.500 a.C – La spirale discendente della FASE FINALE

Il periodo è dopo il secondo diluvio, quando la mitica Età dell’Oro decrebbe ed Atlantide si divise in 5 isole. Le tre isole maggiori erano conosciute come Poseida, Aryan e Og. Le due isole minori erano sotto il dominio di Aryan, ed erano conosciute come Atalya ed Eyre. E così nei giorni successivi alla seconda divisione di Atlantide, il dominio del governo benevolo passò da Regno ad una fase di confederazione, governi statali, nei vostri termini, che governavano ognuna delle isole. Sorse una sorta di aristocrazia che consisteva di due opposte ideologie. Le due principali componenti di queste erano la “Legge dell’Uno” con base prevalentemente sull’Isola di Poseida e “I Figli di Belial”con base sull’isola di Aryan. Quest’ultima era la più popolosa ed esercitava l’influenza ed il controllo politico su Og, Atalya ed Eyre.

Poseida era ill complesso vortice-portale più potente ai tempi di Atlantide.
Il gruppo di Poseida e l’isola ospitavano il Tempio della Guarigione, il Tempio del Suono, il Tempio dell’Uno, il Tempio della Rigenerazione ed il Tempio della Conoscenza. Poseida ospitava la maggior parte dei principali centri di istruzione superiore.
Questi erano situati su Poseida per via della sua posizione favorevole all’interno delle reti geodetiche e la sua vicinanza alle energie elettromagnetiche benefiche che, dal nucleo della terra, salivano a spirale verso l’alto. Una potente sorgente di guarigione fluiva su Poseida, vicino al Tempio della Guarigione, e la sua dottrina ha generato i miti della “Fontana della Giovinezza” tramandati dalle popolazioni indigene della Florida.
Fluisce ancora negli oceani vicino a Bimini.
La razza aurea di Atlantide, gli individui alti di statura, di discendenza Pleiadiana si concentravano in Poseida, la loro statura era in media di 10/12 piedi. Era una razza gentile di giganti, impegnati in compiti culturali, artistici ed educativi nel cuore di Atlantide.
Poseida era anche la sede centrale ed il nucleo della rete elettrica cristallina e del sistema di tunnel interdimensionali. I cristalli più evoluti, complessi e belli erano qui. Erano di costruzione Arturiana e Siriana, un amalgama vivente di molte forme cristalline impregnate di una lega di platino ed oro. I cristalli era alloggiati in magnifici Templi, alcuni di marmo, altri di fogli cristallini di berillo, corindone e diamante. Poseida era anche la capitale dell’isola ed era chiamata la Città di Smeraldo.
Gli Atlantidei avevano perfezionato, con la tecnologia Arturiana, la capacità di produrre cristalli di ogni struttura ed essenza in una crescita accelerata all’interno dei letti sotterranei di cristallo dell’Arkansas, Tibet e Brasile, che erano tutte colonie atlantidee, accessibili attraverso il sistema di tunnel interdimensionali.
Da un capo all’altro di Atlantide, cristalli di rete elettrica, chiamati posatori, erano collocati a triangolo e connessi tramite un’asta di oro-rame sotto una cupola sferica che poteva essere inclinata per ricevere specifiche onde energetiche gravitazionali stellari e solari. Questo era il sistema usato per dare energia a case, uffici, mezzi di comunicazione, e a teatri, aziende di produzione, centri medici, scuole ed imprese. Il sistema dei posatori era anche in grado di ricevere la luce rifratta specializzata ed immetterla nel sistema delle ley energetiche per usarla nel sistema del tunnel interdimensionale ed alimentare la luce cristallina nelle correnti di conduzione della terra per alzare la frequenza in un campo plasmico elettromagnetico semi-consapevole di energia positiva, in grado di trattenere le frequenze spirituali.
Un grande satellite cristallino, denominato la seconda luna di Atlantide, fluttuava nei cieli e riceveva, amplificava e rimandava indietro verso i cristalli la raffinata energia per vari scopi benefici. Serviva sia i posatori sia i Cristalli Maestri usati nei templi. Campi energetici specializzati venivano proiettati verso le aree di coltivazione agricola e di crescita dei cristalli per amplificarne ed accelerarne la crescita ed anche verso le università, gli ospedali, le scuole, gli uffici, le fabbriche ed i posti di lavoro per creare un senso di benessere e rinvigorimento per i lavoratori e gli studenti. Parleremo ancora di questa “seconda luna” più tardi in questo saggio.

Ora, i templi erano delle sorprendenti opere di geometria sacra ed architettura mozzafiato. Molti dei grandi templi erano sovrastati da una cupola di luce cristallina proiettata amplificata, qualcosa come un campo di forza risplendente. Erano di vari colori e brillavano di giorno e di notte. Erano diversi a secondo della finalità del complesso del tempio.
Alcuni templi proiettavano cupole e campi di luce vibrante e frequenze sonore di risonanza che amplificavano i sensi ed i chakra, altri amplificavano la capacità ricettiva di apprendimento della mente, ed altri permettevano la coscienza multidimensionale, la comunicazione ed il trasporto. Inoltre, la maggior parte delle grandi città durante l’Epoca d’Oro di Atlantide era sovrastata dalle cupole di energia cristallina dei campi energetici.

Soltanto dopo il secondo diluvio la capitale di Poseida ebbe una cupola energetica cristallina completa, ed era di un incredibile colore verde smeraldo.

Prima del diluvio del 17.500 a.C. la maggior parte delle principali città, compresa Meruvia, la capitale di Aryan, aveva tali cupole energetiche sul perimetro. Quella di Aryan era di un morbido colore rosso rubino.

Nell’Epoca d’Oro di Atlantide, le piramidi erano a tre o quattro lati, in funzione della loro utilità ed erano generalmente fatte di marmo, granito e cristalli complessi. Le piramidi a tre lati erano usate come antenne per attirare ed amplificare le energie e convogliarle nella griglia dei posatori per alimentare le case, le fabbriche e creare campi energetici per servizi diversi.
Il satellite cristallino era usato per riflettere le onde inclinate dell’energia stellare in queste griglie triangolate. C’erano oltre 100 di questi complessi di griglie piramidali a triangolo. Erano disposti in modelli concentrici di triangolazione su tutto il pianeta. Creavano una griglia emisferica di energia cristallina ed elettromagnetica che divideva le zone di Atlantide, dell’America, Africa, Europa Mediterranea e Sud America in diversi centri demografici – per alimentare i centri abitati, e modulare i modelli climatici e le maree. Anche le zone della Mongolia e del Tibet, connesse da tunnel interdimensionali, facevano parte di questo complesso. Ma i più grandi raggruppamenti di queste erano nelle terre d’origine di Atlantide.
Le piramidi a quattro lati erano essenzialmente complessi di Templi impostati ad ottaedro completo ed usati per la guarigione, l’apprendimento, la rigenerazione e scopi spirituali. Queste non erano triangolate, ed erano generalmente collocate sulle cime delle colline o lungo le coste per ricevere sia le energie telluriche sia le energie celesti. Le terre al di sotto del piano centrale erano scavate per tenere conto della piramide in basso della costruzione ad ottaedro, e collegarsi in tal modo energeticamente sia al sopra sia al sotto.

I seguaci della “Legge dell’Uno” di Poseida erano persone devotamente spirituali e cercavano l’uguaglianza tra le persone e un’unificazione dell’Unità. Anche se molta tecnologia e qualità della vita si era persa nelle due precedenti divisioni di Atlantide (la prima nel 58.000 a.C., la seconda nel 17.500 a.C,) la tecnologia rimaneva ancora ad un livello avanzato. Tuttavia l’armonia sperimentata nell’Epoca d’Oro di Atlantide degenerò dopo la divisione in isole nel 17.500 a.C., mentre le isole diventavano entità governate separatamente, e questo ha portato a ideologie molto diverse nel periodo inizialmente caotico e difficile della ricostruzione, immediatamente dopo la divisione.

POSEIDA E GLI ATLA-RA

Una setta di sacerdoti scienziati altamente disciplinati ed evoluti possedeva la conoscenza tecnica e la competenza per gestire le reti cristalline di alimentazione. La stragrande maggioranza degli Atla-Ra erano alti, di razza bianco dorata, ma erano anche appartenenti alle razze bronzee, bianche, brune lemuriane e Cetacee. A quel tempo esistevano ancora gli esseri cetacei delfini che camminavano su due zampe, comunicavano verbalmente e respiravano aria come il genere umano.
La setta dei preti-scienziati era chiamata Atla-Ra. Gli Atla-Ra possedevano ancora i livelli più elevati di coscienza ed erano in grado di continuare a vibrare a frequenze di coscienza molte elevate, oltre il livello energetico e di luce della 12a dimensione, rimanendo molto puri ed in risonanza con il vero concetto di “Unità” del Creatore/Dio.
Essi sostenevano il contatto telepatico-dimensionale più elevato con i fratelli spaziali dalle Pleiadi, Arturo, Andromeda e Sirio.
I Sacerdoti dell’Atla-Ra erano molto venerati e tradizionalmente separati, sopra ed esenti da controlli governativi, e mantenevano pertanto la conoscenza e la direzione senior della tecnologia dei cristalli nelle mani sagge e benevole della setta, anche se vi erano coinvolti alcuni tecnici ed ingegneri del cristallo della popolazione di Poseida che non appartenevano alla setta degli Atla-Ra.
I sacerdoti-scienziati dell’Atla-Ra erano sia maschi sia femmine ed avevano archi di vita molto lunghi, sia grazie alla rigenerazione del potere mentale sia attraverso la tecnologia dello stesso nel Tempio del Ringiovanimento, Molti vivevano parecchie vite nella stessa biologia per 6.000 anni, alcuni per 12.000 anni!
Così la tecnologia è stata preservata grazie a questa sacra setta.

>> Molti brillanti anime erano tra loro. Le entità che conoscete come Galileo, Isaac Newton, Einstein, Tesla, Edison, Marcel Vogel, Ronna Herman e Da Vinci erano tra gli Atla-Ra. Tyberonn e Oneronn facevano parte di questo gruppo di preti scienziati che ebbero vite molte lunghe.<<

Molti di voi, soprattutto i vostri artisti, sentono il forte richiamo della capitale di Altantide situata nella regione di Poseida. Era chiamata la città di Smeraldo per via della cupola risplendente di luce verde proiettata su essa. Alcuni dei vostri artisti infatti hanno fatto descrizioni molto accurate della città. Era una squisita meraviglia architettonica, culturale ed ingegneristica, di gran lunga la più bella metropoli che sia mai esistita sul vostro pianeta. Toglieva il respiro. La città, chiamata anch’essa Poseida, come lo stato, era composta da una serie di mura concentriche ed era circondata da canali di acqua corrente verde mare.
Era piena di Templi splendidamente costruiti, Università, Teatri e Musei. Nel centro c’era una collina e sulla cima della collina si ergeva il maestoso e splendido Tempio di Poseidone, che era visibile da ogni parte della sacra città di smeraldo.
All’interno del tempio c’era una statua d’oro massiccio del Dio del Mare rappresentato mentre guidava sei cavalli alati fatti di platino extraterrestre.
La statua era ornata di gemme preziose di ogni tipo e colore. Il Tempio era ottagonale e lungo ciascuna delle otto pareti erano costruite delle nicchie convesse con piattaforme per gli stupefacenti cristalli che misuravano 12 piedi in altezza e risplendevano come diamanti trasparenti.
Poseida è stata la meno danneggiata delle principali città atlantidee dopo la scissione in isole ed aveva ancora una frequenza ed una qualità di vita molto elevate.

ARYAN ED IL COMPLESSO INDUSTRIALE

Aryan era la più grande delle isole e la più popolata.
Era il centro commerciale e ricavava gran parte della sua influenza dalla prospettiva economica, agricola e militare. Dopo il secondo diluvio, Aryan fu danneggiata in modo significativo e l’infrastruttura richiese una fase caotica di ricostruzione.
Nel processo, lo stato divenne controllato da un’elitaria, influente razza “bianca” che ottenne il controllo dell’economia, dei poteri militari e del governo dell’isola-stato, sebbene la maggioranza della popolazione fosse di razza bronzea o rossa.
Da Aryan crebbe un’aristocrazia mentalmente corrotta che cercò di bloccare la “Legge dell’Uno” e di utilizzare la tecnologia di Atlantide per controllare il mondo, attraverso l’uso dell’energia cristallina per le armi, e di usare la scienza genetica per lo sviluppo e la conservazione di una razza inferiore che servisse come operai e soldati.

L’ingegneria genetica era di base a Meruvia, su Aryan.
Inizialmente era stata usata per scopi benefici, per cercare di migliorare i veicoli fisici di coloro che si erano incarnati in corpi che si erano trasformati in esseri abominevoli, metà uomo e metà bestia. Il lavoro genetico era stato elaborato e sviluppato su Aryan ed era usato per rimuovere appendici, artigli, piume, pelli e scaglie di rettili. Questo veniva fatto nel Tempio della Purificazione, una sorta di centro medico specializzato. Ancora una volta sottolineiamo che durante il Periodo d’Oro di Atlantide, i suoi servizi erano stati alquanto benefici. Furono fatti tremendi progressi genetici e la grande comprensione della clonazione e dell’intervento sui limiti fisici per migliorarli assunsero un’utilità responsabile, etica.

Nel caos del periodo della ricostruzione, l’ingegneria genetica passò sotto il controllo del gruppo di Belial e poi degenerò in usi corrotti di avidità e potere. Si iniziò ad usare l’ingegneria genetica per fini oscuri, creando una razza di operai-schiavi ed ibridi uomo-animale. Proprio come nella Germania Nazista, questo è stato trasmesso alle masse come lo sviluppo di una “razza pura”. Infatti molti degli scienziati genetici inizialmente furono tenuti all’oscuro di come veniva usato il loro lavoro di ricerca e sviluppo finché non fu sostanzialmente troppo tardi per loro per fermarlo. Alcuni di voi portano ancora oggi un grande senso di colpa come risultato di questo lavoro.

LA LEGGE DELL’UNO ED I FIGLI DI BELIAL

Questo uso delle classi servili geneticamente progettate condusse alla grande spaccatura tra la Legge dell’Uno ed i Figli di Belial, quest’ultimi divennero così assorbiti ed induriti dalle ambizioni materialistiche della macchina industriale che persero di vista l’etica spirituale che era prevalsa nel Continente di Atlantide nel Periodo d’Oro.
Furono prodotte letteralmente centinaia di migliaia di mutazioni di ibridi per lavorare i campi e furono create mostruosità con menti controllate per eseguire come robot gli ordini dei loro “padroni”. La società agro-industriale di Aryan divenne alquanto dipendente da loro.
Le anime rimasero intrappolate in corpi clonati chiamati “cose” ed “altri” con lobotomie genetiche e sessualità e capacità emotive annullate. Molti che furono intrappolati in corpi umani androgini mostruosi e sub-intelligenti, portano ancora quella orrenda sofferenza dell’ essere imprigionati in un corpo fisico che non permetteva l’apprendimento avanzato, la crescita spirituale o l’espressione emotiva.

Per parecchi millenni le due ideologie rimasero bloccate su questo tema e le agenzie governative erano in uno stato di delicata empasse. I Poseidani erano fin troppo colti e gentili di natura per cercare di combattere gli Ariani e cercarono di educarli ed influenzarli spiritualmente a cambiare i loro metodi.

Gli Ariani, che superavano i Poseidani 3 a 1, non osavano attaccare Poseida per timore che venisse spenta l’energia cristallina che alimentava la nazione.

∞ 8 ♀ 8 ∞

> L’Arcangelo METATRON tramite James Tipton [Tyberonn]<

A T L A N T I D E : LA VERA LEGGENDA DELLA CADUTA (1a Parte)ultima modifica: 2014-04-16T15:27:41+00:00da subbuteo63
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “A T L A N T I D E : LA VERA LEGGENDA DELLA CADUTA (1a Parte)

  1. Pingback: A T L A N T I D E : LA VERA LEGGENDA DELLA CADUTA (1a Parte) | Madre Terra | davidperinelli

Lascia un commento