IL 2017 SARÀ VERAMENTE L’ANNO DELLA GRANDE RIVELAZIONE ?

habitable worldsNumerose sono le ragioni per cui gli scienziati dovrebbero rivelare una volta per tutte le loro scoperte scientifiche che nel loro contesto potrebbero rappresentare un epocale punto di svolta per quanto concerne la tanto attesa annunciazione aliena attraverso la quale convincere l’umanità che in fondo non siamo così soli visto che altre firme biologiche potrebbero essersi sviluppate all’interno di quello che per noi dovrebbe risultare uno sconfinato e variegato universo multicellullare.

Chi non ricorda quando l’anno scorso furono intercettate delle strane radiofrequenze che sembravano provenire dalle profondità dello spazio tanto da essere interpretate dagli esperti come una sorta di messaggio criptato da una civiltà aliena talmente avanzata da instaurare una rudimentale comunicazione con i rappresentanti della Terra?

Probabilmente questi messaggi codificati si riferiscono ai prossimi sconvolgimenti planetari, comprensibilmente ignorati da quel gregge di povere pecorelle smarrite e confuse perché prive di quella consapevolezza riconducibile in qualche modo a uno Spirito Guida particolarmente opportunista ed inafferrabile che noi preferiamo associare ad un’Entità Superiore che personalmente preferirei classificarla come 0, zero porta zero e quindi il nulla, visto che l’inesistente è tutto ciò che ci circonda inteso come un impalpabile ologramma sapientemente gestito dalle due maggiori religioni monoteiste .
Per questo motivo gli scienziati sono molto cauti, sopratutto quando si tratta di annunciare la scoperta di eventuali forme di vita approssimativamente simili a quelle presenti sulla Terra. Questo è perché nel recente passato sono state annunciate delle false scoperte che irrimediabilmente non hanno fatto altro che instaurare un profondo senso di delusione tra gli adepti delle varie correnti scientifiche in perenne contrapposizione con il pensiero dell’opinione pubblica sempre più curiosa e interessata su quanto starebbe realmente accadendo sulla Terra .Nel 2016 una serie di incredibili scoperte hanno portato gli scienziati a concentrare la loro attenzione su alcuni esopianeti molto simili alla Terra per cui non è escluso che entro il 2017 si possa giungere a una svolta definitiva in modo che gli esseri umani possano rendersi conto una volta per tutte di quanto possa risultare estremamente precario il nostro ecosistema e come risulti difficile comprendere i veri segreti di questo immenso e freddo vuoto cosmico in cui viviamo all’interno del quale si potrebbero nascondere delle opportuniste intelligenze talmente progredite da tormentare il genere umano attraverso la diffusione di false teorie. Inoltre, gli scienziati hanno scoperto di recente un nuovo pianeta in orbita attorno a Proxima Centauri, il quale si trova a soli quattro anni luce dalla Terra, che a detta degli astronomi potrebbe nascondere un ambiente ospitale tale da consentire la proliferarazione di elementari forme di vita. Secondo il professor Phillip Lubin della University of California a Santa Barbara, la scoperta di un possibile pianeta abitabile intorno a Proxima Centauri potrebbe rappresentare un evento storico tale da essere ricordato sugli annali scientifici. Entro quest’anno, gli astronomi prevedono di utilizzare alcuni dei telescopi più potenti del mondo per cercare pianeti in grado di ospitare delle forme di vita.La ricerca è attualmente in fase di revisione da parte di organismi come il SETI, anche se questa particolare teoria continua a dividere gli scienziati i quali ritengono che entro il 2017 potrebbero essere scoperte all’interno del nostro sistema solare delle sofisticate forme di vita.
Entro il 2017 la NASA e le altre grandi agenzie spaziali prevedono di lanciare una serie di missioni esplorative che potrebbero rivelare come il nostro sistema solare possa rappresentare la patria di altre forme di vita seppur microbiche. Secondo il dottor Foster, che attualmente gestisce i dati ottenuti dalla sonda Cassini attualmente in orbita attorno a Saturno e le sue lune è molto probabile che entro quest’anno potremmo ottenere quelle prove atte ad avvalorare la presenza di vita batterica nello spazio. “La cosa interessante è che una delle lune di Saturno, Encelado, è caratterizzata da un ambiente ghiacciato un particolare questo che lascia una prospettiva allettante per la ricerca“, ha dichiarato Foster .Lo scienziato ha anche suggerito che un’altra luna, Europa, potrebbe benissimo ospitare delle peculiari forme di vita all’interno del suo vasto oceano sotterraneo.
disclose.tv
http://misteroufo.blogspot.it/
IL 2017 SARÀ VERAMENTE L’ANNO DELLA GRANDE RIVELAZIONE ?ultima modifica: 2017-01-12T17:08:47+00:00da subbuteo63
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “IL 2017 SARÀ VERAMENTE L’ANNO DELLA GRANDE RIVELAZIONE ?

  1. Ascolta …. arriva il tempo che il pianeta sarà completamente abbracciato da navi … se vuoi parlare con me ( Google profilo allelujastellina libero – click email ) … se non vuoi ?! chiedo scusa averti scritto perché tu sei ottimo blogger e io no !!!!! però mi piace che ci sia un blog SENZA IPOCRISIA sugli e.t. … Complimenti sei un Grande Blogger e Bye Bye samuel

Lascia un commento