Vita sulla Terra, vita ultraterrena

Nascita.

Evoluzione.

Morte.

Come potere interpretare, un ciclo vitale come il nostro? Abbiamo veramente tanti pensieri e dubbi, nelle nostre vite, da non capire il perchè, siamo in questa Terra e cosa dobbiamo fare realmente.

Possiamo pensare in modo superficiale: dobbiamo imparare un mestiere, lavorare sempre, risparmiare soldi e regalare delle soddisfazioni per noi stessi e a chi vogliamo bene. Fare sacrifici e creare magari una famiglia; pensare ad essa e con altri sacrifici, crescerci insieme ed arrivare lavorando alla pensione, con piccoli sfizi come lo sport e qualche passione che sviluppiamo nella nostra crescita. Ed infine…la morte corporea.

Un bel riassunto, senza fronzoli e senza soffermarci in troppi dettagli che renderebbero molto lungo, questo articolo.

Realmente, possiamo credere che la nostra vita, sia incentrata a un unico obiettivo che sia costituita solo da lavoro e impegno?

No.

Da dove arriviamo?

Abbiamo un luogo di partenza? Si. Ma non possiamo arrivarci con nessun mezzo che si possa costruire, dato che non il luogo non ha tempo e posizione. SI tratta di un universo, dal quale tutti noi viventi arriviamo. Ogni singola vita arriva da questo universo, che si voglia chiamare paradiso o inferno, non ha molto senso definirlo ora. Diciamo solo che in questo universo, tutto ha senso.

Rispetto a tutte le forme viventi di questo pianeta, l’ essere umano è unico nel suo genere: se messo nelle giuste condizioni, esso pensa a costruire per se stesso e per altri, a imparare dai propri errori e a comprendere che la propria mente, ha determinate caratteristiche da creatore. Oggi possiamo navigare negli oceani, sotto l’ acqua, volare nei cieli e con diversi mezzi di trasporto, superare delle velocità fino a poco tempo fa, inimmaginabili. Possiamo andare nello spazio e presto saremo in grado di lasciare per lunghe distanze, il nostro pianeta. noi rispecchiamo in piccola parte, il nostro Creatore. Sappiamo che un domani la vita sulla Terra avrà una fine, noi il tempo di trovare un modo per andarcene prima e salvarci come specie vivente.

Ma perchè possiamo fare queste cose?

Evidentemente, siamo qualcosa di unico, ma non ancora in grado di comprendere cosa realmente siamo e perchè lo siamo.

Eppure sappiamo che dopo la morte corporea, la nostra essenza non muore. Comprendiamo che la nostra vita, allora, ha un valore più grande che serve a dare un grande significato per quando moriamo: abbiamo il tempo di una vita per portare via da questo mondo qualcosa di intangibile, che certamente non è fatto di materia. Probabilmente, chi ha imparato la concentrazione e meditazione,comprenderà cosa possa essere utile a livello superiore. Dopotutto, il passato, ha già dato modo con ampi libri e religioni, di comprendere meglio tali parole.

Possiamo scegliere cosa essere e trovarci dei ”posti migliori”, prima di nascere? No. Non si sceglie e non si decide. Noi comunichiamo e pensiamo solo sulla Terra, in forma fisica.

Noi abbiamo il nostro dovere da compiere insieme alla nostra anima guida.

Riusciremo a realizzare questo obiettivo?

fonte http://sonoconte.over-blog.it

Vita sulla Terra, vita ultraterrenaultima modifica: 2017-10-22T13:58:23+00:00da subbuteo63
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento